Questo sito utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Continuando con la  navigazione si acconsente al loro utilizzo. Per saperne di più...

Notizie

Dietrofront del CNF

Riforma professione forense: dietrofront del CNF sul regime di incompatibilità con l'esercizio dell'attività di amministratore di condominio

http://www.diritto.it/docs/5089361-riforma-professione-forense-dietrofront-del-cnf-sul-regime-di-incompatibilit-con-l-esercizio-dell-attivit-di-amministratore-di-condominio?tipo=news&source=1

Comunicato stampa Banca d'Italia

Comunicato Stampa del 18/02/2013
DIFFUSO A CURA DEL SERVIZIO SEGRETERIA PARTICOLARE

Si fa riferimento a quanto affermato con nota odierna dal Codacons sul presunto mancato deposito presso il Tar da parte della Banca d’Italia del parere reso dalla Banca al Ministero dell’Economia e delle Finanze in ordine all’emissione dei Nuovi Strumenti Finanziari. 
L’affermazione è falsa. 
Con ordinanza emessa in data 8 febbraio u.s. il Presidente della III sezione del Tar del Lazio ha ordinato al Ministero dell’Economia e delle Finanze e non alla Banca d’Italia di depositare il documento. 
La Banca d’Italia, al fine di tutelare i propri interessi, valuterà le opportune iniziative legali, anche in sede penale, da assumere nei confronti di chi ha diffuso le notizie false. 

http://www.bancaditalia.it/media/comsta/2013/Falsa_affermazione_Codacons_20130218.pdf

Riforma del Condominio

La Riforma del Condominio (L. 11.12.2012 n. 220)

 

Il 20 novembre 2012 la Commissione Giustizia del Senato in sede deliberante ha approvato, senza modifiche, il testo di riforma del condominio trasmesso dalla Camera, dando il via ad un insieme di modifiche e integrazioni della precedente normativa. Il testo diventerà legge 6 mesi dopo la pubblicazione in Gazzetta ufficiale.

La Legge 11 Dicembre 2012 n. 220 recante “Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici”, è  stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 293 del 17.12.2012. e, quindi, le nuove norme entrano in vigore a far data dal 18.06.2013.

 

Il legislatore è intervenuto in una materia in cui la giurisprudenza ha inciso notevolmente nel corso degli anni supplendo al mancato adeguamento della normativa ai rapidi cambiamenti del tempo, semplificando e adattando il corpus normativo del 1942, vecchio ormai di 70 anni, alle esigenze dei giorni nostri. Quando infatti furono emanate le norme del codice civile, la proprietà delle abitazioni non era affatto cosa diffusa tra le famiglie italiane e la normativa rifletteva tale situazione, mentre oggi quasi la metà dell’intera popolazione italiana vive in condominio.

 

Gli interventi di ristrutturazione della disciplina condominiale sono numerosi e diversificati. Essi spaziano dal versante amministrativo in senso stretto, fino a modifiche che investono la quotidianità e le regole di condivisione degli spazi da parte dei condomini. Di seguito verrà trattata la nuova disciplina con riferimento alla nuova veste assunta dall’Amministratore del Condominio.

 

▪ L’AMMINISTRATORE

 

La figura dell’amministratore che all’interno del condominio riveste la carica più ... leggi tutto

 

 

Nuova figura professionale dell'amministratore di condominio

RIFORMA CONDOMINIO: NUOVA FIGURA PROFESSIONALE DELL’AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO.

di avv. Domenico Lenoci.

La legge recante “Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici”, approvata in via definitiva dal Senato, in Commissione deliberante, in data 20 novembre 2012, è un provvedimento, suddiviso in 32 articoli, che introduce una profonda e radicale riorganizzazione delle norme che attualmente disciplinano la materia condominiale, operando sostanzialmente in due direttrici:

a)da un lato recepisce gli indirizziche in questi anni hanno avanzato proposte nuove ed innovative di alcune disposizioni del codice civile, sopperendo di fatto all’assenza di una aggiornata regolamentazione legislativa (si pensi alle maggioranze assembleari);

b)dall’altro affronta e risolve tematiche che l’evoluzione tecnologica e i cambiamenti sociali hanno reso attuali ed urgenti in materia di condominio.

La legge rappresenta una svolta storica all’interno del nostro impianto codicistico in quanto da decenni, come gli esperti della materia sanno, le norme condominiali aspettavano di essere rivedute e modificate dal Legislatore.

Uno dei punti più qualificanti della riforma riguarda la figura dell’amministratore, cardine ... leggi tutto

Cosa succede

 

DA APRILE LE BANCHE COMUNICHERANNO I DATI DEI CLIENTI UTILI PER LA LOTTA CONTRO L'EVASIONE

Le banche hanno l'obbligo di inviare all'Anagrafe tributaria i dati di identificazione dei loro clienti. Oltre ai dati anagrafici dovranno comunicare il codice fiscale, numero identificativo del file, record progressivo, codice unico di identificazione del rapporto, saldo iniziale e finale e movimenti dell'anno; dati di bancomat e carte di credito, conti, titoli, deposito a risparmio liberi e vincolati, rapporti fiduciari, gestioni di risparmio collettive e patrimoniali, certificati di deposito e buoni fruttiferi, cassette di sicurezza, derivati, contratti per conto di terzi e operazioni extra contabili.

Questo è quanto dettato dal decreto "salva italia" (214/2011).

Saranno tenute alla trasmissione anche le società di gestione risparmio (SGR) e società di intermediazione mobiliare (SIM) e assicurazioni fiduciarie (A.F).

Entro il 10 aprile saranno trasmessi all'Agenzia delle Entrate i dati relativi ai clienti attivi nel 2011, ed entro il 18 luglio quelli dei clienti del 2012, ed entro il 31 marzo quelli relativi ai clienti 2013.

Le informazioni aiuteranno nella lotta all'evasione fiscale, fornendo un ulteriore criterio di valutazione.
Ci riusciranno? Staremo a vedere.

(fonte www.anpar.it)